PERCHÉ IL RICICLO È IMPORTANTE ? IL RICICLO DELLA PLASTICA

Ogni giorno vengono gettate tonnellate di spazzatura di cui la maggior parte impiega molti anni a decomporsi e causa l’inquinamento.
Per questo è stato inventato il riciclaggio.
CONOSCIAMO CIO’ CHE BUTTIAMO
Bottiglie PET: bottiglie di plastica con aggiunta di polietilene tereftalato è un polimero (macromolecola ) che dà alla bottiglia
flessibilità
facilità di lavorazione
Gli svantaggi
Può causare:
– cancro
– problemi respiratori
malattie a ghiandole del corpo (problemi endocrinologici) date da alterazioni metaboliche.
COSA SI FA CON LA PLASTICA

Oggetti comuni
– vasi di fiori: polietilene riciclato
– secchio per foglie: plastica rigida
– gilet imbottito: poliestere (tessuto che offre tenacità e resistenza)
– occhiali: bottiglie PET

Oggetti particolari
-scooter: tutto di plastica tranne carrozzeria
-aspirapolvere:carrozzeria misto bottiglie PET

-con una bottiglia abbiamo creato: trottole con i tappi (abbiamo bruciato il tappo con l’accendino e ci abbiamo infilzato uno stuzzicadenti, abbiamo bruciato la punta e la trottola era pronta) e un bellissimo portapenne con la bottiglia (abbiamo tagliato il fondo della bottiglia e l’abbiamo rivestito in carta l’abbiamo pitturato e il portapenne è finito).

IL PROCESSO DEL RICICLO DELLA PLASTICA
Permette di trasformare un rifiuto in una nuova materia prima che verrà poi riutilizzata.
I rifiuti possono essere gestiti in maniera ecologica, sostenibile, produttiva, con lo scopo di creare un indotto economico nazionale.
In un ciclo virtuoso il 75% dei rifiuti di plastica viene riciclato e viene trasformato in materia prima- seconda ed in seguito il rimanente 25% risulta costituito dagli scarti eterogenei che non sono più riciclabili.
Questi scarti vengono trasformati in CSS (Combustibile Solido Secondario)
DI VITTORIA-FABIO-FRANCESCO
Per noi è bello il riciclaggio perché senza questo il mondo non sarebbe come adesso anche se può essere faticoso differenziare, è molto importante.

Questa voce è stata pubblicata in Argomenti di studio, Esperienze, Notizie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.