CODING UNPLUGGED

Quando si parla di coding unplugged si intendono quelle attività che utilizzano strumenti non digitali per la realizzazione di attività che introducono ai concetti fondamentali dell’informatica e alle logiche della programmazione.

Attraverso il coding senza dispositivi digitali è possibile  fare esperienza delle logiche e dei concetti base della programmazione e quindi  praticare attività che concorrono allo sviluppo del pensiero computazionale.

Programmare

  • consente ai bambini di saper codificare le tecnologie e non solo decodificarle;
  • è un atto creativo, poiché l’alunno è stimolato a creare un prodotto con le proprie idee, con il proprio ragionamento;
  • sviluppa competenze logiche poiché ne richiede l’utilizzo costante;
  • aumenta la capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente;
  • allena alla soluzione di compiti complessi;
  • richiede una pianificazione di passi da svolgere, la coerenza tra esecuzione e pianificazione, il controllo della qualità degli elaborati attraverso le attività di debug (controllo del programma per scoprire l’errore).

Ecco un esempio di attività di CODING UNPLUGGED, in tema con il Carnevale, nella quale i bimbi di 5 anni hanno decodificato e codificato l’immagine di Arlecchino, composta da quadretti colorati disposti in un ordine specifico, riproducendola sul proprio foglio quadrettato. Durante l’attività stessa hanno messo in atto anche il “debag”, controllando e correggendo eventuali errori nella sequenza dei quadretti.

 

E domani, 13 febbraio, grande festa di Carnevale!!!

AVVISO_CARNEVALE

ATTIVITÀ E GIOCHI IN CONTINUITA’ CON LA PRIMARIA.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.