I diritti dell’infanzia e della adolescenza

“Un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo.” (Malala Yousafzai).

Malala era una ragazza Pakistana che è stata colpita da un proiettile sulla testa e sul collo. I talebani le hanno sparato perché non volevano che andasse a scuola.

Abbiamo letto un pezzettino del discorso di Malala all’ONU, lei ha detto che se avesse

avuto il  talebano che le ha sparato davanti a sè non gli avrebbe fatto nulla,  avrebbe parlato con lui. Abbiamo parlato  di Malala  perché il 20 novembre è la giornata in ricordo dei  diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

I nostri lavori illustrano le riflessioni che abbiamo fatto su questo tema.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti di studio, Notizie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.