Lia Levi alla “Dante Alighieri” di Sanremo

La scrittrice Lia Levi, vincitrice del Premio Strega Giovani 2018 con il libro “Questa sera è già domani”, incontrerà gli alunni della scuola Secondaria di primo grado “Dante Alighieri”, lunedì 20 maggio, dalle ore 10 presso il Salone delle Opere Parrocchiali di via Margotti, nell’ambito delle iniziative “Il Maggio dei Libri”.

La scuola “Dante Alighieri” che ha l’onore di ospitare la scrittrice, ha voluto dedicare, durante tutto il corso dell’anno scolastico, particolare attenzione al tema del razzismo e dell’antisemitismo, in occasione dell’80esimo anniversario dalla promulgazione delle Leggi razziali, invitando i propri alunni a riflettere, non solo sul dramma che il popolo ebraico ha vissuto in un tempo non molto lontano e che ancora si affaccia prepotentemente sulle cronache giornalistiche quasi quotidianamente, ma su tutti i razzismi, di ieri e di oggi, che riscontriamo nella nostra società.Gli alunni delle classi seconde e terze si sono appassionati alla lettura dei numerosi testi dell’autrice, di cui la scuola “Dante” dispone, scavando nella Storia e nelle storie e cercando di capire le origini e lo sviluppo dell’odio verso gli Ebrei, per cui anche le Leggi del 1938 hanno contribuito e favorito le persecuzioni e lo sterminio di persone indifese, riflettendo e ponendosi interrogativi che presenteranno all’autrice durante l’incontro.

La “Dante Alighieri”, dispone di una Biblioteca con un patrimonio librario di oltre 3000 libri, classici e della moderna narrativa per ragazzi, e con un lavoro attento e sistematico da parte di tutti i docenti e della responsabile, professoressa Antonella Squillace, promuove la lettura per i ragazzi come progetto fondamentale della propria offerta formativa.

Numerose sono le iniziative organizzate sul tema della promozione alla lettura, inoltre, da due anni, la scuola è membro della Giuria del Premio Strega Ragazzi.Lia Levi, di famiglia piemontese, vive a Roma, dove ha diretto per trent’anni il mensile ebraico Shalom.Dopo il giornalismo, si è dedicata alla letteratura, nel doppio filone per adulti e per ragazzi. Ha pubblicato “Una bambina e basta” (Premio Elsa Morante Opera Prima), “Quasi un’estate”, “Il braccialetto” (Premio Rapallo), “Tutti i giorni di tua vita”, “Il mondo è cominciato da un pezzo”, “L’amore mio non può”, “La sposa gentile”, “Una valle in piena di stelle”, “Da quando sono tornata”, “Il segreto della casa sul cortile”, “Che cos’è l’antisemitismo?”.Nel 2012 le è stato conferito il Premio Pardès per la Letteratura Ebraica.L’esperienza personale dell’autrice, di bambina cresciuta in mezzo alle leggi razziali e alla guerra, ha ispirato i temi di molti suoi libri e la porta instancabilmente ad incontrare i ragazzi in molte scuole d’Italia.

Sempre nell’ambito delle proposte di lettura in collegamento con i programmi scolastici e in occasione dell’anniversario della Liberazione, alcune classi terze hanno anche incontrato Nini Sanna per ascoltare le sue esperienze giovanili tra i monti del Cuneese  come giovane staffetta partigiana raccontate nel libro “La guerra di Leo”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Biblio_teche, Comunicazioni scuola-famiglia, Esperienze, Notizie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.